Olive

Gaeta

La perla nera del Lazio, l’oliva di Gaeta ottenuta da olive della varietà Itrana completamente mature e condizionate secondo quanto prescritto da una tradizione secolare.

Ha una storia lunga alla spalle, già in documenti del XV secolo se ne trova memoria.

A differenza di quelle verdi o cangiati, bisogna attendere la primavera per raccogliere queste olive dall’albero.

In questa lunga maturazione, le note gustative più pronunciate si smussano ed il prodotto diventa particolarmente adatto per l’uso in cucina.

 

Itrana

E’ un’oliva raccolta non ancora matura.

Il colore va dal verde al marroncino, sono anche chiamate olive cangianti, proprio perché il colore tocca tutte le tonalità dall’appena colorato al maturo.

Acqua, sale e tanta perizia fanno di quest’oliva dal gusto fresco e deciso un ottima compagna, non solo in cucina, ma anche nei bar per aperitivi diversi dal solito.

 

Gaeta condite

Da una ricetta tradizionale nascono queste olive conservate in olio extra vergine e condite con peperoncino e semi di finocchio.

Perfette per gli antipasti, possono essere utilizzate anche per impreziosire primi e insalate estive.

 

Itrana schiacciate

All’inizio della raccolta la voglia di assaporare le prime olive è tanta.

Per non aspettare troppo, un po’ di olive vengono trattate con un sistema particolare che le rende in poco tempo non amare.

Le olive verdi schiacciate erano lo sfizio degli olivicoltori, non mancavano mai nei pranzi in campo durante la raccolta.

 

Formati: Gr. 320 – Gr. 460 – Gr. 1140